Contaminazioni & Collaborazioni.

Client: Hudson & Sons
Date: 2016-09-03
Services: Printing Branding

La parola contaminazione è entrata prepotentemente nel mio vocabolario negli anni della Paolo Grassi.

Noi allievi dovevamo essere in grado di modificare il linguaggio teatrale che ci veniva insegnato per riadattarlo continuamente alle realtà con le quali di volta in volta ci confrontavamo. Il continuo scambio con i gli allievi drammaturghi, registi o gli allievi di teatro danza, ci hanno formato ad apprendere ‘rubare’ e adattare ogni linguaggio per collaborare al meglio nelle differenti arti.

Adesso la contaminazione è parte fondante del mio lavoro, ricerca, poetica, è la benzina che mi permette di entrare agilmente in grandi progetti, dove la collaborazione può avvenire solo se ci si lascia vicendevolmente contaminare.

In COVER

“Grande Testa di cavallo” – Tournée Mondiale. Per lo spettacolo “La verità” della compagnia teatrale Finzi Pasca di Lugano, è stata realizzata l’opera “Grande testa di cavallo”. L’opera è stata ispirata alla grande quinta di fondo “Tristano e Isotta” dipinta da Dalì nel 1943, che veniva utilizzata nello spettacolo.

“Inaugurazione Paralimpiadi 2014”, Sochi (Russia). Con la direzione artistica della Compagnia Finzi Pasca di Lugano. Per lo spettacolo inaugurale delle Paralimpiadi di Sochi, sono stati realizzati 650 “Ice floes”. La poetica del ghiaccio e della sua combinazione con la luce , la possibilità di poter realizzare delle combinazioni di forme e parole sono state la base del progetto “ice floes”.

“Saga canto dei canti”, Chiostri di san Pietro – Reggio Emilia. Un album con testi che spaziano dall’inizio della storia d’Emilia ad oggi, con un interprete post-Punk come Giovanni Lindo Ferretti, hanno richiesto una forza scultorea nelle opere e negli abiti scenici che spostasse lo spettacolo in un epoca atemporale.

“Sanremo”. Scenografia e Mostra sculture nella hall dell’Ariston. Per il Festival, assieme allo scenografo Riccardo Bocchini, partendo dall’opera “Duende”, lo scultore ha studiato una texture che ha permesso di portare il movimento delle “Duende” fin dentro il palcoscenico dell’Ariston.

“Saint Paul se Danse” Festival di danza e arte contemporanea Mostra collettiva + performace del danzatore italiano Davide Francesca che indossa un abito scultura di Davide Dall’Osso. Saint Paul de Vence – Francia.

“Alla fine del bosco”, performance e installazione realizzata in collaborazione con Luciana Melis per il saggio finale del 3°anno del corso di teatrodanza. Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi, Milano.

“Le notti bianche” installazione scenografica a tema “il ghiaccio” e mostra personale nel foyer del teatro per la compagnia teatrale Gli Eccentrici Dadarò – Teatro Filodrammatici – Milano

Premi Mido – Milano edizione 2015 e 2016. Per Mido (Fiera internazionale dell’Ottica), in collaborazione con l’Agenzia Milano AD, sono stati realizzati quattro premi in filo di argento dorato, argento e argento brunito intrecciati a mano. La poetica richiesta era quella di un’occhiale in divenire dove i fili intrecciandosi richiamano allo schizzo del designer nell’atto creativo in divenire.

“Il mito del dio denaro” – Tournée Genova e Berlino. Davide Dall’Osso crea le maschere per lo spettacolo, in collaborazione con i registi Davide Francesca e Francesca Pedullà. Le creazioni dovevano rappresentare l’evoluzione della figura della divinità che, trascendendo in un corpo umano, veniva corrotta dal demone del denaro.

“Donrémy, il coraggio di Giovanna”, spettacolo di teatrodanza messo in scena dalla compagnia Cantrix Company per la quale sono stati realizzati scudi e applicazioni scultoree. In scena apparivano diverse sculture prese da “La Folla”.